Il medico umanista

Sono un medico umanista.
Non sono un giudice
Non decido la condanna del mio imputato
E non infliggo alcuna pena.
Non sono un professore
E non do alcun voto, non ho alcuno studente.
Mi impongo di non avere aspettative, preconcetti.
Mi distanzio da me…dal mio narcisismo.
Ho un compito importante da assolvere,
insegnare al mio Paziente a fidarsi di me.
Voglio conoscere la persona,
Non il malato o la malattia.
Il mio modo di prendermi cura è un’arte creativa,
è conoscenza, è respiro, è esplorazione.
Mi prendo cura… non curo.
La mia principale medicina è la parola.
Come Virgilio accompagno e sostengo il mio Dante,
Aiutandolo ad attraversare il suo Inferno
E spero con lui nella risalita al Paradiso.
Sono un compagno di viaggio
Sono un invito al viaggio.
E più esploro l’altro, più conosco me stesso…
La mia debolezza e la mia forza,
I miei limiti e le mie potenzialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *